Ricerca per:
ECOMMERCE DINAMICO CON WORDPRESS

E’ possibile costruire un ecommerce dinamico con WordPress utilizzando la piattaforma gratuita “WOOCOMMERCE

Una volta installata questa piattaforma è possibile utilizzare il plugin completamente gratuito SR PRODUCT 360 che permette il caricamento di foto dinamiche 360 all’interno della scheda del prodotto.

L’impatto visivo iniziale è quindi quello di un sito e-commerce “tradizionale” composto di foto statiche.

Si può ovviare in parte a questo inconveniente inserendo come immagine del prodotto una gif che mostra il prodotto a 360.

Anche se questa possibilità non è nativamente prevista dalla piattaforma, non considerando eventuali messaggi di errore, il risultato non è male!!!

Fin da subito l’utente è in grado di valutare il prodotto a cui è interessato scoprendo lati e caratteristiche prima difficilmente percepibili. Questo aumenta il tasso di conversione e diminuisce quello dei possibili resi.

Per testare questa opportunità abbiamo inserito le seguenti immagini ripetitive e descrizioni puramente indicative

HAI UN NUMERO MOLTO GRANDE DI ARTICOLI?

L’aspetto più complicato dell’ecommerce di nuova generazione con WordPress è determinato dal fatto che le immagini devono essere caricate nella libreria di WordPress.

Considera che per ogni immagine dinamica bisogna caricare dalle 36 alle 72 foto dello stesso articolo, più eventuale Gif dal peso non trascurabile di minimo 10 mb.

La necessità di ampi spazi di memoria con le immagini dei prodotti può essere ovviata utilizzando spazi di archiviazione e tecnologie offerte da una terza parti, come ad esempio la Sirv. Ovviamente il servizio non è gratuito.

Se vuoi verificare le differenze tra le due tecnologie visita la pagina “IL CAMPIONARIO DIGITALE” in cui abbiamo utilizzato la tecnologia Sirv.

La differenza principale risiede nella possibiità o meno di utilizzare la foto dinamica immediatamente in prima pagina senza dover entrare nella scheda prodotto. Caratteristica questa che si presta meglio alla creazione di campionari digitali o per chi vuole offrire subito una panoramica della produzione.

Esistono anche altre possibilità

Se vuoi avere una panoramica delle applicazioni a disposizione per realizzare cataloghi digitali o per portare il tuo sito e-commerce ad un livello superiore leggi l’articolo IL CAMPIONARIO E L’ECOMMERCE DI NUOVA GENERAZIONE

La realizzazione di foto dinamiche, qualsiasi sia la tecnologia utilizzata, è uno dei servizi offerti dalla PRODOTTIEVENTI.

Servizio che troverai incluso nelle soluzioni SILVER e GOLD.

CONTENUTI MARKETING ORIENTATI ALLE VENDITE

Che cosa sono i contenuti marketing orientati alle vendite o sales oriented content marketing?

L’era digitale ha completamente stravolto le professioni e le competenze che caratterizzavano il mondo delle vendite e quello del marketing.

In quella che appare sempre più come un’epoca preistorica, ma che in realtà abbiamo vissuto non più di qualche decennio fa, le imprese erano fondamentalmente strutturate in tre settori, fortemente caratterizzati e spesso impermeabili: produzione, marketing e vendite.

Con l’avvento dell’era digitale questi settori hanno finito per perdere la loro autonomia fino a fondersi in maniera variabile.

Questo fenomeno è particolarmente evidente nelle imprese e-commerce “pure”, cioè quelle che vendono i prodotti esclusivamente “on line”. In queste è difficile distinguere il settore delle vendite da quello marketing, mentre quello della produzione di solito è assente.

Questa trasformazione ha interessato anche il mondo del lavoro e delle professioni. Sono nati nuovi “mestieri” e molti altri sono scomparsi o hanno subito forti cambiamenti.

COME FARSI NOTARE NELL’OCEANO DIGITALE?

Emergere nel mondo digitale richiede sales oriented marketing content vale a dire contenuti marketing orientati alle vendite.

Tutte le imprese, dalle piccole alle grandi attività, da quelle commerciali fino agli enti del terzo settore, hanno capito l’importanza di avere un sito internet e di promuovere i propri “prodotti” sui canali social.

Oggi realizzare un sito internet è diventato alla portata di tutti. Vi sono “hosting provider” che offrono soluzioni, tutto incluso, che comprendono siti web già pronti per l’uso o facilmente realizzabili in autonomia. Per tutti i gusti e fasce di prezzo. Con 50 euro all’anno puoi avere un sito internet completo.

Spendendo poi qualche cosa di più si può acquistare il sito più performante o il webinar che ti guida o il corso che ti svela qualche segreto.

Perchè se è vero che nell’era digitale tutto è diventato possibile, è anche vero che il proliferare di strumenti e di tecnologie ha incrementato le possibilità di spendere il proprio denaro.

Anche la tecnologia può diventare una forma di droga.

Oggi puoi acquistare per 10 euro al mese strumenti incredibilmente affascinanti, che trasformano in automatico i tuoi post di Facebook o Instagram in un sito web, che spediscono lettere o promozioni ai tuoi clienti, che rendono il tuo sito internet graficamente attraente con tasti, effetti, bottoni, movimenti, transazioni e ogni altra sorta di “diavoleria”.

Cose che prima richiedevano investimenti enormi e figure altamente specializzate come programmatori informatici e operatori grafici.

Ma serve tutto questo?

Nel mondo vi sono 1,83 miliardi di siti internet e ne nascono 571 ogni minuto. A questi vanno aggiunti tutti i social media. Ad esempio il solo Facebook pubblica 41 mila post ogni secondo !!!

ll vero problema non è avere un sito internet “sconvolgente” ma come emergere in questo oceano digitale.

CONTENT MARKETING MANAGER UNA FIGURA INDISPENSABILE PER LE AZIENDE

Sono nate e si stanno affermando nuove professioni e competenze per rendere “profittevoli” le imprese altrimenti destinate ad affondare nel mare di siti internet, di post social e di offerte digitali.

Per le aziende sono divenute utili, se non indispensabili, figure come quelle del Digital Marketing Manager, eCommerce Manager, Adwords Specialist, Social advertising specialist, Web analyst & CRO specialist, Web designer, Social Media Manager, Community Manager, SEO Expert, SEM Specialist , Content Manager.

Tra queste nuove professioni quella del Content Manager si occupa di realizzare testi, video e immagini per gli strumenti digitali (sito internet, social, marketing).

Contenuti che devono “parlare” non solo alle persone ma anche alle macchine, ma soprattutto devono essere funzionali agli obiettivi aziendali.

E’ questo il mondo dei contenuti marketing orientati alle vendite o sales oriented marketing content.

“Uno dei modi migliori per vanificare i contenuti è non legarli a degli obiettivi. Bisogna sapere perché si sta creando contenuto” (Ellen Gomes)

CONTENUTI MARKETING ORIENTATI ALLE VENDITE

Realizzare contenuti non è facile. Realizzare contenuti “sales oriented” è ancora più complicato. Bisogna conoscere il settore, la concorrenza, i punti di forza e di debolezza dell’attività che si sta promuovendo. Altrimenti si rischia di fare danni. Per realizzare contenuti “sales oriented” efficaci occorre diventare mentalmente soci dell’impresa da far crescere. Occorre quindi avere alle spalle una forte esperienza di vendita o l’aver svolto una attività imprenditoriale.

Anche per questo è nata la PRODOTTI EVENTI.

IL POST DIGITALE E LA SCELTA PRODUTTIVA

Il post digitale e la scelta produttiva

Scelte comunicative e scelte produttive possono sembrare distanti.

In questo articolo troverai un esempio concreto di come il post digitale e la scelta produttiva possono essere le facce di una stessa medaglia.

Impossibile?

Anticipare il processo comunicativo è invece un valido esercizio per verificare la bontà delle scelte produttive.

Prima ancora di produrre qualcosa ci dobbiamo chiedere se quel determinato “oggetto” sarà in grado di “emergere” nell’oceano dei post digitali.

La prima cosa da tenere presente è che il consumatore digitale vuole “tutto e subito”, senza alcuna attesa, per cui l’oggetto da mettere in vendita dovrebbe consentire una comunicazione intuitiva

“Se non lo sai spiegare a un bambino di 6 anni, vuol dire che non lo sai”

Albert Einstein 

I moderni internauti non amano leggere ma sono piuttosto alla ricerca spasmodica di informazioni ed esperienze multimediali e soprattutto di appagare una voglia incontrollata di “cliccare”.

Il testo scritto è stato sostituito da link, hashtag, recensioni, slogan, foto e video.

I testi sono stati soppiantati dalle foto. Ovviamente una foto professionale è molto più attraente rispetto a quella amatoriale. Anche se oggi non mancano certo gli strumenti, anche consumer, per realizzare ottimi scatti fotografici.

Un video poi supera di certo una semplice fotografia.

Il 60% dei consumatori di facebook è influenzato da un video nella sua decisione di acquisto

A questo punto ti stai chiedendo se ci sono differenze, in termini di costi e di competenze necessarie, nel realizzare un post con il solo testo, oppure un post con una immagine ovvero contenente un video.

Ti rispondo subito che non ci sono differenze.

Aggiungere una foto o un video ad un “post digitale” è l’aspetto meno impattante dal punto di vista economico o del tempo necessario. Una volta apprese le tre o quattro regole sulla inquadratura e illuminazione fare un video o una foto ti costa solo qualche secondo in più.

Considera poi che in rete è possibile trovare un gran numero di foto, video e musiche che si possono utilizzare liberamente

Tutto quello che vedrai in questo articolo è stato realizzato utilizzando fonti “open” ossia non protette da copyright e liberamente modificabili dagli utenti.

Con un minimo di esercizio e di creatività potrai anche realizzare uno spot pubblicitario a costo zero.

 L’unica vera difficoltà è trovare ogni volta una “storia” accattivante e non essere ripetitivi o banali.

Come vendere allora sei pezzi di legno a cinque euro?

Il solo testo scritto è stata la prima forma di post digitale
Con le immagini il post digitale è divenuto più "comunicativo"

oppure puoi realizzare un video


Video di Artem Podrez da Pexels

Capirai da solo che le prime due soluzioni non hanno molte possibilità di essere notate e quindi è probabile che i pezzi di legno restino nel magazzino.

Con un video invece puoi fare la differenza.

Solo dopo aver verificato la bontà del risultato comunicativo si dovrebbe dare seguito all’idea di trasformazione dei sei pezzi di legno in un gioco per bambini

E tu come vendi i tuoi prodotti?

Facciamo un altro esempio


Video di Pressmaster da Pexels

Se vuoi emergere nel mare di “post” e proposte commerciali ti proponiamo due soluzione:

  • un corso di formazione, per te o i tuoi dipendenti, per creare video promozionali utilizzando gli strumenti a disposizione (può essere necessario un investimento di cento euro se non si dispone di un software di video editing);
  • oppure puoi affidarti alla nostra esperienza e ci occuperemo della tua comunicazione e dello sviluppo della tua attività, con servizio globale o limitato alle tue specifiche esigenze.
RIDURRE I COSTI E’ POSSIBILE

Ridurre i costi è possibile. Ma attenzione a non rinunciare alle performance.

Nella attesa di poter vedere crescere i fatturati si può, anzi si deve, agire sulla riduzione dei costi.

In una fase di crescita dei fatturati invece, recuperare denaro inutilizzato ti servirà a moltiplicare il tasso di sviluppo.

Per fare un esempio la riduzione dei costi del 5% può generare effetti simili, in termini di maggiori risorse finanziarie, a quelli che si ottengono con un incremento di fatturato del 20%.

Il metodo proposto da PRODOTTIEVENTI.it consente di recuperare “risorse economiche” presenti nell’azienda e inutilizzate.

La prima banca è la tua azienda!

Prova, anche solo mentalmente, a quantificare la riduzione dei costi che hai trascurato in questi anni:

Ridurre i costi bancari

Ridurre i costi bancari è quantomai necessario.

Inoltre in presenza di mutui, finanziamenti chirografari e aperture di credito in c/c, un controllo sul tasso globale applicato potrebbe far emergere una situazione di usura.

In questi casi è possibile agire per una revisione delle condizioni e per la restituzione delle maggiori somme indebitamente versate alla banca.

Ridurre i costi di energia elettrica, gas e telefonia

In questo ultimo ambito, oltre ad una revisione delle tariffe, basti pensare che dall’ottobre 2018 all’aprile 2020 il costo della energia elettrica è crollato del 66%, le azioni che determinano i maggiori risparmi sono

Oppure in assenza di questa possibilità (perché si utilizzano locali in locazione oppure perché non si vogliono fare investimenti ammortizzabili in un arco lungo di tempo) si possono ottenere risparmi simili con:

  • La sostituzione delle lampade con quelle a led che consentono un risparmio fino al 70% rispetto alle lampadine a incandescenza, fino al 60% rispetto a quelle alogene e fino al 40% rispetto alla illuminazione a basso consumo.
  • L’utilizzo di auto elettriche

Queste quattro “azioni” abbinate al noleggio operativo permettono di usufruire della riduzione dei costi (e dei vantaggi fiscali legati alla deducibilità 100% dei canoni) senza rinunciare alla liquidità generata dall’operazione.

Ridurre i costi del personale

Con la razionalizzazione, formazione e qualificazione dei dipendenti, in funzione della trasformazione tecnologica e digitale, si generano dei risparmi.

A sostegno della trasformazione tecnologica e digitale esistono diversi strumenti che vanno dal credito d’imposta, ai finanziamenti a tasso agevolato, ai contributi a fondo perduto

Ridurre i costi del processo di vendita

Non bisogna spendere molte parole per illustrare il processo di profonda trasformazione che ha colpito sia il settore delle vendite che quello del marketing.

Al posto dei venditori oggi le aziende “assumono CONTENUTI MARKETING, oppure FUNNEL MARKETING in grado di concludere i processi di vendita con costi e tempi minori.

Ma attenzione.

Se provate a digitare la parola “funnel marketing” in uno qualsiasi dei motori di ricerca vi accorgerete di quanto sia vi elevata l’offerta e diversificati i costi.

Se siete già attivi nel mondo del digitale o avete intenzione di accedervi leggete prima il nostro articolo

“Quanto costa un funnel marketing?”

per una consulenza gratuita per la realizzazione di un piano di sviluppo aziendale

RIDURRE I COSTI E’ POSSIBILE!!!