Ricerca per:
CALCE IDRAULICA NATURALE PURA

La calce idraulica naturale pura è un prodotto naturale (si ricava da una pietra calcarea) utilizzata nell’edilizia per realizzare intonaci, rasanti, massetti e pitture, ed è conosciuta sin dall’antichità per le sue qualità antibatteriche e deumidificanti.

La calce idraulica naturale quando è PURA non contiene alcuna sostanza nociva o pericolosa per la salute e quindi è un pilastro fondamentale della bioedilizia.

Abbiamo visto quali sono le fasi indispensabili del processo del processo di vendita.

Secondo te in quale fase si inserisce questo articolo ?

LA CALCE IDRAULICA NATURALE PURA PER SCONGIURARE LA SINDROME DELLA CASA MALATA

La sindrome della “casa malata” è infatti uno dei problemi del nostro tempo se si considera il fatto che ogni persona trascorre in media il 90% del proprio tempo all’interno di edifici: “L’Organizzazione mondiale della salute (Oms) ha affermato che un cittadino europeo trascorre mediamente il novanta per cento della propria vita all’interno di edifici, nei quali l’aria, paradossalmente, è due volte peggiore di quella esterna. L’utilizzo di materiali ecocompatibili, rispetto ad altri impiegati nell’edilizia tradizionale, limita le fonti di inquinamento interno con conseguenze positive per il benessere psico-fisico di tutti gli individui i quali altrimenti diventano soggetti a malattie dell’apparato respiratorio e cardiocircolatorio e a disturbi psicologici”

GLI STUDENTI MIGLIORANO DEL 30% LA SOGLIA DI ATTENZIONE NELLE SCUOLE COSTRUITE O RISTRUTTURATE CON MATERIALI EDILI NATURALI

Un recente studio che ha riguardato una scuola primaria A Gressoney La Trinité, in Valle d’Aosta, ha confermato come l’utilizzo dei materiali edili può influire sulla salute delle persone.

“Il risultato è inedito, perché mai era stato rilevata una differenza in modo così netto: i bambini, in media, hanno migliorato del 30% la propria performance, misurata in termini di mantenimento della soglia di attenzione”
In particolare, la struttura è stata riqualificata con materiali naturali, è stata coibentata con canapa e argilla ed è stata rivestita in calce, sughero e licheni stabilizzati.

NON TUTTE LE CALCI IDRAULICHE NATURALI SONO UGUALI

Particolarmente PURE sono le calci idrauliche naturali di “Saint Astier” (proposte per l’Italia dalla ditta TCS di Montichiari – BS) che vantano caratteristiche meccaniche, chimiche e fisiche UNICHE grazie al tipo di calcare che le compone, come è possibile verificare dal confronto tra i requisiti richiesti dalla normativa vigente (necessari per ottenere la classificazione “NHL” ossia calce idraulica naturale) e quelle medie possedute dalle calci “Saint Astier”

Caratteristiche calce idraulica naturale SAINT ASTIER della ditta TCS  di Montichiari (BS)
Calce idraulica naturale “SAINT ASTIER” della ditta TCS di Montichiari (BS)

LA CAVA DI SAINT ASTIER

Cava di Saint Astier (Francia) da cui si ricava la marna necessaria per realizzare una purissima calce idraulica naturale

La cava da cui proviene questa pregiatissima marna si trova a Saint Astier in Francia, nel dipartimento della Dordogna, ed è conosciuta sin dai tempi più remoti, mentre lo sfruttamento industriale è iniziato nel 1851 da parte della fornace C.E.S.A

Le calci idrauliche naturali della ditta TCS sono infatti totalmente prive di materiali pozzolanici, scorie d’altoforno, ceneri volanti o leganti idraulici di qualunque tipo (clinker, cemento ecc.), VOC ed è un materiale interamente naturale con elevate proprietà battericide, di traspirabilità, ottima durabilità e di resistenza alle intemperie

CALCE IDRAULICA NATURALE PURA E CAPPOTTO TERMICO

Dall’insieme del pannello in lana di roccia a fibre orientate tridimensionali e uno speciale collante rasante “ADE RAS” composto da sola Calce Idraulica Naturale Pura NHL 5, la TCS ha realizzato un sistema per l’isolamento termico per l’esterno o l’interno degli edifici in grado di garantire un’eccellente gestione della diffusione al vapore acqueo e in grado di evitare la formazione di dannose muffe e condense.

TCS SISTEMA PRO, cappotto termico di lana roccia e calce idraulica naturale pura
Cappotto Termico di lana roccia e calce idraulica naturale pura
Risultati garantiti dalla certificazione ETA N. 17/2019

RESTAURO E CALCE IDRAULICA NATURALE PURA

La calce idraulica naturale pure è la sostanza che meglio di qualsiasi altra si presta al consolidamento degli edifici storici e alle operazioni di RESTAURO STORICO O ARTISTICO in quanto perfettamente compatibile, per comportamento e composizione, ai materiali utilizzati originariamente.

CASI DI STUDIO

 

IL COSTO DELLA ENERGIA ELETTRICA E’ CROLLATO DEL 66%

SCOPRI COSA FARE SE NON STAI RISPARMIANDO MIGLIAIA DI EURO

Il costo della energia elettrica è crollato del 66%, come è facile osservare dalla tabella che riporta l’andamento dei prezzi dal mese di ottobre 2018 al mese di aprile 2020

Siamo passati dalla quotazione (monorario) di 0,074 per Kwh del mese di ottobre 2018 a quella attuale di 0,025. Un calo del 66%!!!

Se nonostante questo calo drastico le tue bollette non hanno subito una riduzione corrispondente vuol dire che hai un contratto con il costo della componente energia “fisso” per un determinato numero di mesi o di anni. Un po’ come succede per i mutui bancari dove è possibile scegliere tra un contratto con un tasso fisso oppure con un tasso variabile.

Il costo variabile nella energia elettrica è così determinato dal PUN (Prezzo Unico Nazionale) + uno spread applicato dai fornitori.

Il PUN è il prezzo di riferimento dell’energia elettrica rilevato sulla borsa elettrica italiana pubblicato dal Gestore dei Mercati Energetici

Costo della energia elettrica
MESE MONORARIO
(€/kWh) 
F1
(€/kWh) 
F2
(€/kWh) 
F3
(€/kWh) 
F23
(€/kWh)
apr 200,0248100,0257800,0313100,0211700,025834
mar 200,0319900,0347600,0391200,0261400,032111
feb 200,0393000,0436000,0434100,0336100,038118
gen 200,0474700,0545300,0516600,0406700,045725
dic 190,0433400,0530300,0479100,0353300,041117
nov 190,0481600,0577300,0524300,0391700,045270
ott 190,0528200,0601700,0583900,0437000,050457
set 190,0511800,0574000,0563500,0439600,049659
ago 190,0495400,0515400,0547800,0451800,049596
lug 190,0523100,0576400,0565100,0455900,050613
giu 190,0485800,054020,0524900,0426500,047176
mag 190,0506700,053600,0560900,0456400,050450
apr 190,0533500,059200,0591400,0467000,052422
mar 190,0528800,055610,0578100,0481500,052594
feb 190,0576700,061790,0636500,0511100,056878
gen 190,0676500,076640,0724800,0584600,064909
dic 180,0651500,074650,0696400,0579800,063344
nov 180,0665800,076520,0697200,0577500,063256
ott 180,0739300,080720,0790200,0655400,071741
Andamento prezzo energia elettrica (ottobre 2018 – aprile 2020)

Abbiamo visto nell’articolo “Ridurre i costi è possibile” come una riduzione dei costi del 5% può generare effetti simili ad un aumento del fatturato del 20%.

Con la liberalizzazione del settore energetico è ora possibile cambiare fornitore senza alcuna penalità e quindi non vi sono più ostacoli per passare al “tasso” variabile e risparmiare così decine di migliaia di euro.

MENO COSTI CON I RIFASATORI

Abbiamo visto nell’articolo “sviluppo commerciale quanto spendere?” l’importanza di una strategia di riduzione dei costi finalizzata a sostenere le attività di sviluppo commerciale. Queste due settori (riduzione dei costi e sviluppo commerciale), apparentemente non collegati, sono particolarmente interdipendenti nei periodi di crisi economica o in quelle aziende che non hanno risorse finanziarie da “dedicare” alle attività di sviluppo commerciale.

Tra i costi che consentono di recuperare risorse finanziare presenti nell’azienda vi sono quelli derivanti dalla energia reattiva.

Che cosa è l’energia reattiva?

L’energia reattiva è l’energia elettrica richiesta dalle macchine (personal computer, motori elettrici, lampade fluorescenti, convertitori statici, gruppi di continuità, saldatrici, forni ad arco e a induzione, ecc.) che non si trasforma in lavoro meccanico (calore, forza, movimento). E’ una energia di scambio che viene assorbita dalle apparecchiature e reimmessa subito in rete subito. Il bilancio elettrico è nullo, in quanto la stessa quantità di energia reattiva che viene prelevata viene poi reimmessa in rete. Tuttavia questo trasporto sulle linee provoca un aumento delle perdite di rete e un maggiore consumo.

Nella maggior parte dei modelli di contatori installati l’energia reattiva viene indicata con la sigla R e misurata in kvarh, a differenza dell’attiva visualizzata con la lettera A:

R1 energia reattiva misurata nella fascia oraria F1;

R2 nella fascia F2;

R3 nella fascia F3.

Un impianto NON RIFASATO è un impianto attraversato da molta energia reattiva fonte di maggiori consumi e causa di una maggiore usura dei dispositivi ad esso collegati.

Inoltre per gli utenti con potenza superiore a 16,5 kW (utenze con contatore trifase) è anche fonte di una penale in bolletta nel caso in cui vengano superati i quantitativi tollerati dalla Autorità per l’energia e per il gas.

La tariffa delle penali varia in base alla percentuale di energia reattiva rispetto all’energia attiva, rilevata nelle fasce F1 e F2 in maniera separata.

Dal 2019 vi sono due tipi di penali

una penale se l’Energia reattiva è tra  il 33% e il 75% dell’energia attiva (fattore di potenza minore di — cos φ di 0,95)

una seconda più “pesante” se l’Energia reattiva eccede il 75% dell’energia attiva (fattore di potenza minore di — cos φ 0.8)

Come eliminare l’energia reattiva?

Per evitare il passaggio negli impianti di questa energia è sufficiente fornirla esternamente attraverso un apparecchio che si chiama appunto RIFASATORE.

In questo modo si riduce l’intensità di corrente circolante e lo sfasamento tra tensione e corrente.

Con un impianto correttamente rifasato pagherai in bolletta solo l’energia che effettivamente utilizzi.

Il rifasamento inoltre comporta anche molti altri benefici: diminuzione delle perdite di energia per riscaldamento dei cavi, maggiore potenzialità dell’impianto e un minore riscaldamento del trasformatore

Occorrerà un rifasatore con una potenza rifasante (kvar) che azzeri la penale. Quindi occorre analizzare sia i consumi (nei periodi di picco) che l’impianto sul quale il rifasatore si troverà a funzionare.

Alcune aziende che forniscono energia, come ad esempio Enegan, consentono di acquistare un rifasatore a COSTO ZERO in quanto ai vantaggi relativi alla riduzione dei consumi e all’azzeramento della penale in bolletta aggiunge anche un bonus “green” e i vantaggi di un noleggio operativo, con un guadagno anche durante i primi 3 anni del noleggio, per poi divenire pieno negli anni successivi.

I vantaggi del noleggio operativo sono

  • Mantenimento della liquidità
  • Miglioramento sensibile del rating creditizio.
  • Sicurezza di pianificazione grazie ai canoni costanti.
  • Tecnologia sempre aggiornata.
  • Vantaggi fiscali legati alla deducibilità 100% dei canoni a prescindere dalla durata del contratto. Come se fosse un affitto e il bene rimane proprietà del locatore. Quindi non viene iscritto a bilancio e non costituisce un indebitamento: Nessuna segnalazione alla centrale rischi

Un’ operazione che ti consente di ridurre i costi e di avere maggiore liquidità da destinare alle attività di sviluppo commerciale.